Top_bar.jpg
Left_bar.jpg
 

QUI RADIO LONDRA 2012

PHOTOGALLERY

Mondo Scuola
Norme e Sicurezza
Forum e Convegni

Dati e Regate

Archivio Tecnici
Opinioni
Calendario
 
 

 

1971-2011
BUONCOMPLEANAC
40 anni di canottaggio allenato
 

 

 

banner

 Filippi Lido

 

 
      QUI RADIO LONDRA 2012
        a cura di Andrea Messina
 
martedì 31 luglio

"Chiedo scusa, possiamo fare una foto insieme?".
"Con me? Sei sicuro…?”
Questo è stata l'inizio di una breve conversazione tra un nostro canottiere ed un tifoso. Una conversazione che penso abbia fatto più felice l'atleta azzurro dello sconosciuto con la macchina fotografica.
Tornando verso casa mi sono domandato come queste giornate possano cambiare, seppur per poco tempo, la vita di uno sportivo. Lasciamo perdere per un momento le medaglie. Lasciamo stare anche quegli atleti che, per scelta o meno, hanno sempre i riflettori puntati su di loro e prendiamo in esame quei ragazzi e quelle ragazze che arrivano da realtà ben differenti, fatte di silenziosi sacrifici.
Le vite degli sportivi hanno un comune denominatore che probabilmente si può riassumere con una sola parola: scelta. La scelta di fare parte di un gruppo di persone d'"Elìte" che ha come principi il sacrificio e la dedizione senza alcun compromesso.

Massacrare il proprio corpo con gli allenamenti e, forse ancor più importante, spingere la propria mente verso limiti sempre più importanti fa' di loro degli semi-dei.
Qui a Londra il culto dell'atleta è alla base si tutto. Prima (giustamente) loro, poi tutto il resto.
Il pubblico, i turisti e gli uomini dell'organizzazione sanno che ogni singolo sportivo ha bisogno del proprio spazio ed è molto raro vedere urlanti folle accalcate ai cancelli di entrata-uscita della zona riservata a questi.
In questi giorni, camminando per strada, mi sono reso conto che ciò che fa' la differenza è quel pass di accreditamento. Ma non tanto per il fatto che si ha libero accesso a gran parte delle zone limitate, ma bensì perché per alcuni quel pass costituisce una carta d'identità che pochissimi possono avere. Una carta d'identità che di fianco alla dicitura "segni particolari" ha scritto "Protagonista".
Ed allora è grazie a questo che mi rendo conto del motivo per cui il nostro atleta alla richiesta fattagli ha risposto in quel modo tanto ingenuo quanto modesto. Essere protagonisti assoluti su di un palco così grande può essere strano e difficile da realizzare al momento, ma, quando tutto sarà finito e le luci dei riflettori si saranno spente, si avrà la consapevolezza di aver preso parte al più incredibile degli spettacoli, ovvero la realizzazione di un sogno.
 
 

Andrea Messina

 
 

banner

 

Right_bar.jpg
 
 

 

NUOVO INDIRIZZO MAIL!!
Si ricorda che Il nuovo indirizzo mail dell'ANAC è anacrowing@gmail.com 

 

 

 

 

 

 



Sito ANACC - 2002/2009