Top_bar.jpg
Left_bar.jpg
 

QUI RADIO LONDRA 2012

PHOTOGALLERY

Mondo Scuola
Norme e Sicurezza
Forum e Convegni

Dati e Regate

Archivio Tecnici
Opinioni
Calendario
 
 

 

1971-2011
BUONCOMPLEANAC
40 anni di canottaggio allenato
 

 

 

banner

 Filippi Lido

 

 
      QUI RADIO LONDRA 2012
        a cura di Andrea Messina
 
Ottava giornata – sabato 4 agosto 2012

Non avevo nemmeno iniziato a remare quando Sir Steve Redgrave vinse il suo quinto titolo olimpico a Sidney. Ero ai miei esordi con la Nazionale giovanile quando gli inglesi riconfermarono ad Atene quanto fatto quattro anni prima. Sognavo di poter prender parte ai Giochi un giorno, quando nel 2008 i sudditi di sua Maestà conquistarono anche l'Asia. Ho iniziato a remare e qualche annetto dopo ho lasciato l'attività di atleta per intraprendere la carriera di allenatore ma in tutto questo tempo una cosa è rimasta invariata: il gradino più alto del podio spetta nella specialità del quattro senza maschile sempre ai canottieri inglesi.
Oggi si sono concluse le regate di canottaggio sul bacino olimpico di Eton Dorney e per chiudere in bellezza il pubblico di casa ha deciso di far "crollare" le tribune. Tale è stata la sensazione che ho provato ogni volta che gli equipaggi del Team GB tagliavano il traguardo, conquistando solamente nella giornata odierna tre medaglie (due ori e un argento) su quattro finali in programma.

In fondo non poteva che essere così. Questa è la patria del canottaggio e il fatto che solo oggi fossero presenti quasi 40.000 spettatori la dice lunga su quanto sia seguito questo sport. Oggi la Gran Bretagna ha dato una grande lezione al mondo intero. Non solo con le medaglie ma anche, e soprattutto, con l'accoglienza data a tutti i presenti. C'è davvero moltissimo da imparare.
Mi piacerebbe molto raccontare di cosa ho provato nell'assistere a questi otto lunghi giorni di gare, ma non basterebbe questa pagina e forse, anzi, sicuramente non sarei in grado di trasmettervi tutto ciò che adesso ho dentro di me.
Probabilmente più avanti troverò la giusta ispirazione, ma per ora ho soltanto un mix di emozioni che mi lasciano senza parole.

Quando l'amico Maurizio Ustolin mi chiese se avessi avuto voglia di raccontare il mio punto di vista sui Giochi Olimpici ho accettato di buon grado e non per egocentrismo o vanità, ma soltanto perché ho aspettato così tanto l'inizio di queste giornate di sport che ho pensato fosse giusto coinvolgere quanti fossero interessati. Sinceramente non pensavo che queste brevi pagine potessero piacere a tante persone. In questi giorni ho ricevuto tanti messaggi e belle parole di incoraggiamento. Di questo ve ne sono grato, veramente. Spero di non aver turbato nessuno con quanto detto fino ad oggi, le mie intenzioni non erano quelle di alimentare fuochi di polemiche o di creare disagio a qualcuno. Ho cercato soltanto di mostrare una visione della realtà differente da chi vive questi momenti da protagonista e l'ho fatto con la consapevolezza di non essere né un giornalista né un bravo scrittore. Sono solamente un grande appassionato di tutto ciò che riguarda i Cinque Cerchi, oltre che amante del canottaggio che ritengo il più bello sport al mondo.

Ringrazio di cuore Maurizio per avermi spinto a provare questa esperienza e ringrazio quanti mi hanno fatto compagnia in queste prime giornate a Londra. Un ringraziamento sentito e doveroso lo devo a Marco Boglione, patron Robe di Kappa- BasicNet e a Paolo Fulgenzi sponsor marketing director, che mi hanno permesso di essere qui ora.
Infine ringrazio Loro. Gli Atleti che con la loro professionalità e coraggio hanno affrontato queste gare, non tirandosi mai indietro davanti alle difficoltà ma anzi, tirando fuori il meglio della loro personalità onorando così il giuramento olimpico.
Con queste ultime righe chiudo le trasmissioni (o forse no) da Londra e passo la linea in Italia.
Vai Maurizio.. A te la linea!

Andrea Messina


FOTO FISA

 
 

banner

 

Right_bar.jpg
 
 

 

NUOVO INDIRIZZO MAIL!!
Si ricorda che Il nuovo indirizzo mail dell'ANAC è anacrowing@gmail.com 

 

 

 

 

 

 



Sito ANACC - 2002/2009