Top_bar.jpg
Left_bar.jpg
 

QUI RADIO LONDRA 2012

PHOTOGALLERY

Mondo Scuola
Norme e Sicurezza
Forum e Convegni

Dati e Regate

Archivio Tecnici
Opinioni
Calendario
 
 

 

1971-2011
BUONCOMPLEANAC
40 anni di canottaggio allenato
 

 

 

banner

 Filippi Lido

 

 
      PAROLE E PENSIERI
 

Ero presente venerdì 30 giugno, ad una Conferenza dal titolo: “Da Rio a Tokyo. Il quadriennio dell’Atletica Italiana verso i Giochi della XXXII Olimpiade”, organizzato dall'USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) del FVG nella Sala Olimpia del CONI di via dei Macelli, all'interno dello Stadio Nereo Rocco a Trieste. E' stato un evento molto interessante, che faceva parte delle iniziative della formazione obbligatoria per i giornalisti iscritti all'Ordine Nazionale, dal quale sono emerse alcune delle strategie della FIDAL per uscire da un anno olimpico di vacche magre come quello di Rio de Janeiro.

Mi ha fatto piacere vedere all'opera (come relatore), l'attuale DT della nazionale di atletica leggera ELIO LOCATELLI, che ho conosciuto più di 40 anni fa quando a Torino frequentavo l'ISEF, ed entrambi gravitavamo, io come atleta e lui come tecnico in ambiente FIAT, competenza, spigliatezza e simpatia per un'icona della comunicazione nazionale ed internazionale come FRANCO BRAGAGNA giornalista RAI, grande rispetto per un campione come VENANZIO ORTIS, e per il suo interessante contributo, ROBERTO FABBRICINI Segretario Generale del CONI nazionale, da uomo di sport a 360° ha fatto il punto della situazione dello Sport in Italia e dell'atletica leggera in particolare, GIORGIO BRANDOLIN, Presidente del CONI regionale infine, impegnato in una disamina chiara di come era 50 anni fa e come è oggi l'attività motoria e gli interventi del CONI del Friuli Venezia Giulia.

Peccato non ci sia stato spazio per gli interventi, ma alcune affermazioni mi hanno dato da pensare, perchè sdoganabili anche per altri sport, che in questi giorni mi sono ritornate in mente:
“Non tutte le medaglie hanno lo stesso valore”
“Preoccuparsi se un atleta a 15/16 anni va troppo forte”
“Lo scopo dell'allenamento e della sua programmazione è riuscire a formare un atleta che raggiunga i suoi migliori risultati da senior”
“I nostri allenatori hanno bisogno di una seria formazione e di aggiornarsi”
“Gli ISEF (Istituti Superiori di Educazione Fisica) formavano insegnanti e tecnici, cosa che oggi non fanno le Facoltà di Scienze Motorie”
“I tecnici non sono pagati, ed è giusto invece lo siano per il lavoro anche educativo che quotidianamente svolgono”

 
 

banner

 

Right_bar.jpg
 
 

 

 

 

 

 

 

NUOVO INDIRIZZO MAIL!!
Si ricorda che Il nuovo indirizzo mail dell'ANAC è anacrowing@gmail.com 

 



Sito ANACC - 2002/2009