Top_bar.jpg
Left_bar.jpg
 

QUI RADIO LONDRA 2012

PHOTOGALLERY

Mondo Scuola
Norme e Sicurezza
Forum e Convegni

Dati e Regate

Archivio Tecnici
Opinioni
Calendario
 
 

 

1971-2011
BUONCOMPLEANAC
40 anni di canottaggio allenato
 

 

 

banner

 Filippi Lido

 

 
      NASCE LA COMMISSIONE ATTIVITA' GIOVANILE
 

Si riunirà domani mattina a Genova alle 11,00, per la prima volta, la neonata Commissione Attività Giovanile, della quale fanno parte: Luciano Magistri, Antonio Giuntini, Gaia Palma, Pierpaolo Frattini ed in rappresentanza dei tecnici Roberto Romanini. Lo scopo della Commissione è portare in Consiglio Federale argomenti che vadano a migliorare la gestione dell'attività giovanile, aspetto importantissimo per il nostro sport. Questi i primi argomenti che assieme ad altri, saranno portati all'attenzione dei componenti della Commissione:
ALLIEVI CADETTI
L'obbiettivo è quello di educare i nostri giovani a diventare atleti.
Dobbiamo dare più informazioni agli allenatori giovanili che talvolta, per tante ragioni trascuriamo. Spesso capita che i vari comitati regionali lavorino in maniera diversa tra di loro (Direzione tecnica - Coordinatori tecnici regionali).
Istituire ad ogni regata regionale una coppa/trofeo consegnata alla società che totalizzerà più punti nella classifica Paolo d'Aloja. Nelle categorie giovanili dobbiamo premiare oltre alla qualità del lavoro anche il numero dei ragazzi in squadra. Allievi esordienti A o B1 che gareggeranno sulla distanza di 250/500 metri potranno partecipare alla conquista del trofeo/coppa (da proporre in consulta).
Attualmente ci sono alcuni comitati regionali che nel programma gare delle regionali consentono a tutte le categorie giovanili di fare DUE gare nella stessa giornata, rispettando le quattro ore di pausa consentite dal codice delle regate, capita così che alcuni bambini di 11 o 12 anni si cimentino nella stessa giornata in due prove. Francamente lo trovo deleterio, non propedeutico e diseducativo. I genitori che alle nove del mattino si trovano al campo gara per la prima regata del figlio/a, a fine programma gare saranno costretti ad attendere la seconda regata. A mio parere gli allievi cadetti devono fare UNA GARA AL GIORNO. (Carte federali)
Suggerisco di monitorare i "talenti" con l'aiuto del coordinatore tecnico regionale che, ad ogni stagione, dovrà segnalare alla Direzione tecnica nazionale un elenco . L'archivio con i dati dei ragazzi (Remoergometro misure antropometriche....) potrebbe essere una idea interessante. In Piemonte è già esistente. (Coordinatori Tecnici Regionali)
Manterrei inalterato il Festival dei Giovani evitando di aggiungere la categoria ragazzi I anno, questa modifica metterebbe l'organizzazione della manifestazione in difficoltà. Ricordo che abbiamo già dei grandi numeri.
RAGAZZI
Dividere nelle regate regionali a serie i ragazzi primo anno da quelli secondo. Tutto questo solo per le barche corte singolo, doppio, due senza. (Consulta)
Campionato Italiano ragazzi primo anno in singolo, doppio, due senza. Da aggiungere nella manifestazione dei Campionati Assoluti ed Junior o al programma gare dei Campionati di Società. (Consiglio - Carte Federali)
Promuovere un circuito di gare simile a quello degli allievi cadetti che diano la possibilità anche ai ragazzi - junior che non possono aspirare alla maglia azzurra di gareggiare in gare "adatte a loro". (Consulta)
Promuovere match tra le varie società che si allenano nello stesso bacino con equipaggi da otto composti da ragazzi, junior e cadetti. Una competizione non ufficiale che consenta di avere meno regole e più regate-feste a costo zero.(Consulta)
MEETING NAZIONALE
Nel primo meeting nazionale di Piediluco erano iscritti 72 singoli junior e 59 singoli ragazzi maschili. Sono troppi e le eliminatorie richiedono così molto tempo. Il meeting, ricordo a tutti, è l'occasione per le Società di evidenziare i propri atleti dinnanzi alla Direzione Tecnica ed è l'occasione in cui le Società possono collaudare gli equipaggi in vista dei Campionati Italiani. Dobbiamo ridurre il numero dei singolisti per non perdere tempo ma soprattutto per il bene dei ragazzi che piuttosto che gareggiare nel singolo con deludenti risultati potrebbero formare un equipaggio misto e conseguire migliori risultati e nuove motivazioni.
Il numero di equipaggi ad un meeting non potrà superare i 32 iscritti. IL problema sarebbe solo per il singolo junior maschile e per il singolo ragazzi maschile.
Facendo una proporzione in base ai tesserati 2016 categoria ragazzi ho simulato i numeri di iscritti ad un meeting in base alla proporzione
nr. tesserati ragazzi federazione: nr tesserati ragazzi comitato regione = 32 : X
LOMBARDIA 9
PIEMONTE 3
PUGLIA 2
CAMPANIA 3
EMILIA ROMAGNA 1
FRIULI VENEZIA GIULIA 3
LAZIO 2
LIGURIA 3
SARDEGNA 1
SICILIA 1
TOSCANA 2
UMBRIA 1
VENETO 1
I Coordinatori Tecnici regionali dovranno segnalare, in base ai risultati delle regate regionali, gli atleti che potranno partecipare alla specialità del singolo ragazzi maschile.
Il programma gare dei meeting dovrà tenere un ordine solo. Non possiamo pensare di fare un elenco gare per il sabato ed un elenco per la domenica.
E' capitato che equipaggi che potevano tranquillamente gareggiare il sabato non avevano tempo la domenica o viceversa.
Lo sto preparando.
SUPERCAMPIONATO 2018
Vi ricordo che il calendario remiero che abbiamo approvato non potrà essere rispettato. Milano per i campionati assoluti junior non potrà ospitare le regate e i Campionati Under 23 ragazzi sono a fine giugno: troppo tardi. Quando faremo le selezioni Junior ed Under 23 ???? A metà luglio??
Proverei per un anno solo a spostare tutti i campionati in una data unica a Varese 14/15 giugno campionato under 23 e ragazzi e 16/17 giugno campionato junior ed assoluto.

Roberto Romanini

 
 

banner

 

Right_bar.jpg
 
 

 

NUOVO INDIRIZZO MAIL!!
Si ricorda che Il nuovo indirizzo mail dell'ANAC è anacrowing@gmail.com 

 

 

 

 

 

 



Sito ANACC - 2002/2009