Top_bar.jpg
Left_bar.jpg
 

QUI RADIO LONDRA 2012

PHOTOGALLERY

Mondo Scuola
Norme e Sicurezza
Forum e Convegni

Dati e Regate

Archivio Tecnici
Opinioni
Calendario
 
 

 

1971-2011
BUONCOMPLEANAC
40 anni di canottaggio allenato
 

 

 

banner

 Filippi Lido

 

 
      A COLLOQUIO CON GIANNI POSTIGLIONE
 

Ci è sembrato corretto, intervistare gli allenatori italiani che erano presenti ai Campionati del Mondo di Sarasota, impegnati con altre squadre nazionali. Iniziamo questa nostra carrellata con Gianni Postiglione, che di buon grado, come di consueto, ha accettato di fare una disamina sui risultati degli equipaggi da lui seguiti.
“Dopo le olimpiadi di Rio ho cambiato lavoro. Sono diventato il "Coaching Director" della FISA, responsabile della revisione del sistema di Formazione della FISA per i tecnici dei paesi in via di sviluppo. Non ho chiesto un lavoro a tempo pieno, perché ancora per qualche anno voglio stare sul catamarano accanto ai vogatori. Intanto, sto preparando i nuovi corsi che saranno indirizzati su più pratica per gli allenatori, una più moderna metodologia d’insegnamento e una revisione del materiale didattico risalente agli anni ’80, che Thor Nielsen preparò con Matt Smith e i tecnici del Centro Nazionale di Piediluco.
Questo incarico prestigioso e di responsabilità, mi ha costretto a ridurre l’attività con la Grecia; mentre con la Lituania ho ancora mantenuto l’impegno che abbiamo iniziato nel finire del 2012 e che ha prodotto un argento (M2x) e un bronzo (W2x) alle Olimpiadi di Rio.
Nel corrente anno ho fatto anche alcuni interventi tecnici in Canada.
Sia la Grecia che la Lituania, un po’ come tanti altri paesi hanno iniziato la preparazione con calma.
La Grecia si è ritrovata con un budget per l’ennesima volta ridotto (è dal 2009 che lo Stato taglia annualmente i fondi allo sport), mentre la Lituania ha dedicato più risorse al canottaggio perché è stato il primo sport alle Olimpiadi di Rio. Risorse indirizzate prevalentemente al materiale sportivo e alla preparazione degli atleti.
Il campionato del mondo di Sarasota è stato abbastanza soddisfacente per entrambi i paesi.
La Lituania
con quattro equipaggi ha vinto una medaglia d’oro nel 4xM, due quarti posti nel 2xM e 2xW e
il 4-M che era una barca di giovani esordienti di punta, che vogliono tentare di migliorare in questa difficile categoria, hanno concluso ultimi. Mi conforta pensare che dall’anno prossimo potranno solo migliorare.
Il 2xM era la medaglia d’argento di Rio, hanno gareggiato al loro massimo di quest’anno. Il 2xW era composto dalla medagliata Milda Valciukaite e dalla talentata Ieva Adomaviciute ottimo quarto posto; l’altra medagliata Donata Karaliene si è sposata dopo Rio, non ha partecipato a Sarasota, perché non ha ancora deciso cosa fare nel prossimo futuro.
Il 4xM è una barca con un grande potenziale ha vinto l’oro senza patemi, ma con lacune tecniche, che dovranno essere risolte nei prossimi anni, perché già dall’anno prossimo gli avversari saranno più agguerriti.
La Grecia
nel 4xLM con tre veterani in questa barca hanno vinto un buon bronzo.
A Sarasota questa specialità sembra aver raccolto tutti i migliori pesi leggeri non selezionati nel 2xLM, certamente in futuro sarà ancora una barca molto competitiva.
Il 2xW e il 2xLW sono entrambe seste in finale B; un risultato poco soddisfacente, specialmente per il 2xW per l’assenza della capovoga Sofia Asoumanaki che è stata accettata dall’Università Washington di Seattle, forse non sarà disponibile nemmeno per i prossimi quattro anni, per completare il ciclo universitario. Vedremo come migliorare questa barca.
Questo è quanto per il 2017, anno di grandi cambiamenti per tanti paesi. Andiamo avanti per vedere che sorprese ci riserva in futuro.
L’occasione è propizia per rivolgere i miei complimenti ai tecnici italiani che allenando la nazionale, o altri paesi, hanno ben figurato a Sarasota.
Questo mondiale è stato l'ultimo mondiale con le vecchie categorie di barche, dal prossimo a Plovdiv 2018 ci sarà l’inizio di una nuova era del canottaggio olimpico.”

Gianni Postiglione

 
 

banner

 

Right_bar.jpg
 
 

 

NUOVO INDIRIZZO MAIL!!
Si ricorda che Il nuovo indirizzo mail dell'ANAC è anacrowing@gmail.com 

 

 

 

 

 

 



Sito ANACC - 2002/2009