Top_bar.jpg
Left_bar.jpg
 

QUI RADIO LONDRA 2012

PHOTOGALLERY

Mondo Scuola
Norme e Sicurezza
Forum e Convegni

Dati e Regate

Archivio Tecnici
Opinioni
Calendario
 
 

 

1971-2011
BUONCOMPLEANAC
40 anni di canottaggio allenato
 

 

 

banner

 Filippi Lido

 

 
      SPAZI FINANZIARI PER L'IMPIANTISTICA SPORTIVA
 

Pareggio di bilancio Enti locali – Patto di solidarietà nazionale “verticale” 2018

Spazi finanziari per impianti sportivi

La legge di bilancio 2018 ha previsto la possibilità per gli Enti Locali di ottenere 100 milioni di euro di spazi finanziari destinati ad interventi di impiantistica sportiva per ciascuno degli anni 2018 e 2019.

Gli spazi sono utilizzabili, unitamente ad altri 800 milioni di euro, di cui 400 milioni per interventi di edilizia scolastica, per spese di investimento da realizzare attraverso l’uso dell’avanzo di amministrazione degli esercizi precedenti e il ricorso al debito, quindi anche ai mutui dell’Istituto per il Credito Sportivo.

La richiesta di spazi finanziari deve essere effettuata entro il 20 gennaio 2018, attraverso la compilazione dell’apposito modello presente sul sistema web di cui all’indirizzo http://pareggiobilancio.mef.gov.it e può riguardare non solo investimenti in opere pubbliche, ma anche investimenti ad esse connessi o ulteriori investimenti (es. attrezzature). Gli spazi in questione non possono essere richiesti qualora le operazioni di investimento da parte di ciascun ente locale, realizzate mediante il ricorso all’indebitamento e all’utilizzo dei risultati di amministrazione degli esercizi precedenti, possano essere effettuate nel rispetto del proprio saldo di cui al comma 1, dell’articolo 9, della legge n. 243 del 2012.

La norma di riferimento è il comma 485, dell’articolo 1, della legge n. 232 del 2016, come sostituito dal comma 874, lett. a) dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, (legge di bilancio 2018).

In particolare per gli interventi di impiantistica sportiva, sono da considerare i commi 487-bis e 488-ter, del citato articolo 1 della legge n. 232\2016, introdotti dal comma 874, lett. d) e g) dell’articolo 1 della legge di bilancio 2018.

La Presidenza del Consiglio dei ministri - Ufficio per lo sport individua, entro il 10 febbraio di ogni anno, per ciascun ente locale, gli spazi finanziari, tenendo conto del seguente ordine prioritario:

a) interventi, su impianti sportivi esistenti, di messa a norma e in sicurezza compreso l'adeguamento antisismico, di abbattimento delle barriere architettoniche, di efficientamento energetico e di ripristino della funzionalità per i quali gli enti dispongono del progetto esecutivo redatto e validato in conformità alla vigente normativa, completo del codice unico di progetto (CUP) e del cronoprogramma aggiornato della spesa e delle opere, che non abbiano pubblicato il bando di gara alla data della richiesta di spazi finanziari;

b) altri interventi relativi a impianti sportivi per i quali gli enti dispongono del progetto esecutivo redatto e validato in conformità alla vigente normativa, completo del CUP e del cronoprogramma aggiornato della spesa e delle opere, che non abbiano pubblicato il bando di gara alla data della richiesta di spazi finanziari;

c) interventi, su impianti sportivi esistenti, di messa a norma e in sicurezza compreso l'adeguamento antisismico, di abbattimento delle barriere architettoniche, di efficientamento energetico e di ripristino della funzionalità per i quali gli enti dispongono del progetto definitivo completo del CUP;

d) altri interventi relativi a impianti sportivi per i quali gli enti dispongono del progetto definitivo completo del CUP.

Gli spazi finanziari acquisiti mediante il patto di solidarietà nazionale “verticale” sono assegnati agli enti con un esplicito e specifico vincolo di destinazione, ne consegue che gli spazi finanziari non utilizzati per le finalità dichiarate non possono essere utilizzati per altre finalità. Pertanto, in caso di mancato utilizzo, gli spazi non utilizzati sono recuperati, in sede di certificazione, attraverso una modifica peggiorativa dell’obiettivo di saldo finale di competenza per lo stesso importo.

Per eventuali ulteriori informazioni:

  • di natura amministrativa, specificatamente relative alla richiesta di spazi finanziari per investimenti di cui ai commi da 490 a 494 dell’art. 1 della legge n. 232 del 2016, i quesiti devono essere inviati esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica pareggio.rgs@mef.gov.it;
  • di natura amministrativa, specificatamente relative alla richiesta di spazi finanziari per interventi di impiantistica sportiva, di cui ai commi 487 bis e 488 ter dell’art. 1 della legge n. 232 del 2016, i quesiti devono essere inviati esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica ufficiosport@palazzochigi.it;
  • di natura tecnica, circa il modello da compilare sull’applicativo web di cui all’indirizzo http://pareggiobilancio.mef.gov.it, i quesiti devono essere inviati all’indirizzo di posta elettronica assistenza.cp@mef.gov.it
 
 

banner

 

Right_bar.jpg
 
 

 

NUOVO INDIRIZZO MAIL!!
Si ricorda che Il nuovo indirizzo mail dell'ANAC è anacrowing@gmail.com 

 

 

 

 

 

 



Sito ANACC - 2002/2009