Top_bar.jpg
Left_bar.jpg
 

QUI RADIO LONDRA 2012

PHOTOGALLERY

Mondo Scuola
Norme e Sicurezza
Forum e Convegni

Dati e Regate

Archivio Tecnici
Opinioni
Calendario
 
 

 

1971-2011
BUONCOMPLEANAC
40 anni di canottaggio allenato
 

 

 

banner

 Filippi Lido

 

 
      L'opinione di Vittorio Liberti
 
Ciao Maurizio,
ho letto la rivista che mi hai consegnato domenica scorsa e l'ho trovata molto
interessante.
Come di certo ben sai, mi occupo molto del settore master, ma non intendo
assolutamente, come allenatore, tralasciare quelle che sono le problematiche
delle altre categorie e, anzi, avere una visione il più ampia possibile del
nostro sport.
Fatta questa premessa avrei alcuni suggerimenti da proporre.
Facendo riferimento al "referendum" riportato sulla rivista relativa alle
problematiche delle regate nazionali, ti invio quello che è il mio pensiero
(ovviamente sono una piccola, anzi piccolissima, goccia in un oceano).
Come noto, il programma gare alle nazionali è molto intenso. Ritengo sia
superfluo aggravarlo con le regate delle rappresentative regionali Cadetti e
questo per vari motivi.
il primo è che il programma è già abbastanza intenso, il secondo è che ci sono
già delle regate dedicate alla categoria (Meeting Allievi, Cadetti e Master),
dove sarebbe MEGLIO incrementare Lì la partecipazione dei cadetti, il terzo è
che, così facendo, si mettono in difficoltà le società che, in molti casi,
dovranno portare imbarcazioni in più dedicate ai Cadetti. Ci sono i meeting per
la categoria? Portiamo lì i Cadetti, visto che di manifestazioni ce ne sono
anche parecchie.
Sempre riguardo al programma gare intenso. Ritengo non sia una buona idea
anticipare l'inizio delle nazionali al venerdì. Molti atleti e allenatori hanno
problemi di studio e/o lavoro, anticipare l'inizio delle regate significa, per
molti, dover anticipare anche la partenza da casa. Non siamo professionisti che
con il canottaggio ci vivono e molto spesso, come nel mio caso, dobbiamo fare
ulteriori sacrifici in famiglia e al lavoro per poterci ritagliare la spazio da
dedicare al nostro sport.
Tempo fa, se non sbaglio, era stata fatta la proposta di creare delle
"selezioni" regionali sulla base delle quali decidere quali equipaggi inviare
alle nazionali. Ritengo che si possa riprendere in esame l discorso, ovviamente
studiando bene la cosa perchè magari ci sono regione dove la selezione avviene
tra 10 equipaggi di discreto valore e altre dove magari ce ne sono 2 e pure
scarsi...a questo punto si lasciano fuori equipaggi discreti a favore di quelli
scarsi? Inoltre sarebbe da rendere obbligatoria la regata regionale PER TUTTI
valevole come selezione...ma se per problemi vari la regata dovesse saltare?

Credo però che una soluzione al problema, anche se diversa, si debba trovare.
Passo ad un altro argomento: Aggiornamento "professionale" degli allenatori.
Negli ultimi anni si sta assistendo ad una forte evoluzione tecnologica nel
nostro sport, evoluzione che riguarda non solo i materiali ma anche i sistemi di
impostazione delle imbarcazioni. Faccio riferimento ai bracci monotubo in
carbonio e relativi sistemi di impostazione/impalatura, agli scalmi ad ala, ecc.
Io ho la fortuna di collaborare con primo Baran che, forte della sua esperienza,
mi travasa molte nozioni, ma non tutti gli allenatori hanno la fortuna di
collaborare con allenatori più anziani o di avere a portata di mano gli ultimi
ritrovati tecnici.
Anni fa il Dott La Mura aveva predisposto un libro che tu di certo conoscerai.
La mia proposta è quella di realizzare un video da distribuire, magari a
pagamento, dove vengono mostrate chiaramente le procedure di regolazione delle
imbarcazioni e i casi particolari che si possono presentare. In caso di uscita
di nuovi materiali basterebbe fare un semplice "aggiornamento", magari
predisponendo un apposito spazio sul sito federale. Se la cosa può interessare,
ne riparliamo perchè avrei dei suggerimenti.
Avevo dimenticato una cosa: problema onde, non solo alle nazionali.
Ho notato che in molte regate i barchini dei giudici si danno il cambio a metà
gara...credo che sia un'ottima soluzione perchè, anche se non si elimina del
tutto, si riduce comunque tantissimo il moto ondoso. Sarebbe da ufficializzare
la cosa e renderla obbligatoria.

Vittorio Liberti
 
 
 

banner

 

Right_bar.jpg
 
 

 

NUOVO INDIRIZZO MAIL!!
Si ricorda che Il nuovo indirizzo mail dell'ANAC è anacrowing@gmail.com 

 

 

 

 

 

 



Sito ANACC - 2002/2009