Top_bar.jpg
Left_bar.jpg
 

QUI RADIO LONDRA 2012

PHOTOGALLERY

Mondo Scuola
Norme e Sicurezza
Forum e Convegni

Dati e Regate

Archivio Tecnici
Opinioni
Calendario
 
 

 

1971-2011
BUONCOMPLEANAC
40 anni di canottaggio allenato
 

 

 

banner

 Filippi Lido

 

 
      L'opinione di Sergio Marrucci
 

Vorrei porre all'attenzione degli allenatori, la questione in oggetto.

Esiste un Progetto “Sviluppo Talenti", peraltro finanziato dal CONI,  le cui risorse economiche chissà come, sono state ripartite nella FIC.

Io voglio però far presente, a costo di essere noioso, che per passare da una buona squadra junior ad una buona squadra senior, occorre passare per una squadra under 23, che sì deve essere buona, ma deve essere anche ampia per avere possibilità di crescita.

La nostra Federazione invece, continua a fare "terra bruciata" di questa categoria, con una impostazione opposta allo "Sviluppo Talenti".

Sembra che il settore U/23 sia carente di risorse economiche, ma questa non è una giustificazione valida, perché si possono fare storni di bilancio a favore di un settore che in teoria dovrebbe essere l'asse portante del prossimo quadriennio olimpico.

Dopo selezioni, tests, prove in barca (uno sterminio) i Senior u/23 andranno a Trakai con un 4+, un 2x, un 4x e due riserve che remano in 2- ma sembra all'occorrenza abili anche per la coppia.

Dopo questo preambolo, voglio precisare che sono parte interessata alla questione degli under 23, ma dico apertamente a tutti che siamo arrivati al capolinea di una gestione che non pensa al futuro, ma solo a racimolare qualche medaglia (speriamo) da rendicontare.

Portare tre barche nei senior, di cui solo due olimpiche, significa avere lavorato senza progettualità, perché non si possono prendere medaglie in specialità olimpiche negli junior l'anno precedente e non portare poi quelle barche al successivo mondiale under 23.

Un'ultima annotazione, non so quanti allenatori hanno telefonato o scritto al C.T. U23 dopo l'ultimo raduno selettivo, io non l'ho fatto perché mi è bastato l'anno scorso, comunque li capisco, perché quando ti ritornano a casa gli atleti scartati, tocca sempre all'allenatore societario trovare le motivazioni per farli continuare a remare: non è una preoccupazione del C.T.. Lui non è certo di esserci l'anno prossimo in quel ruolo, ma io nel mio sì e dovrò di nuovo rimboccarmi le maniche e sperare quantomeno in un sistema migliore per il nostro canottaggio.

 

Sergio Marrucci

 
 
 

banner

 

Right_bar.jpg
 
 

 

NUOVO INDIRIZZO MAIL!!
Si ricorda che Il nuovo indirizzo mail dell'ANAC è anacrowing@gmail.com 

 

 

 

 

 

 



Sito ANACC - 2002/2009